Menu Chiudi

Vocal Pitch Monitor App – Disegnamo con la voce

Salve a tutti volevo parlarvi di una applicazione secondo me molto interessante, si chiama Vocal Pitch Monitor.
In virtù del fatto di non voler essere approssimativo o superficiale quando parlo di argomenti del genere, ci tengo subito a far riflettere su un aspetto importante.
Essendo una applicazione per sistema Android oppure Apple, si sta parlando di un software che userete su uno smartphone oppure un tablet, quindi dobbiamo sempre tenere in considerazione le “approssimazioni” di misurazione che un dispositivo del genere può darci rispetto ad un sistema di ripresa professionale.
Detto questo andiamo a scoprire più nel dettaglio di cosa si parla.

Fondamentalmente è un accordatore in tempo reale, così come quelli che usano i chitarristi o i bassisti infatti cantando una nota fissa, per esempio con la vocale “a”, vedremo la nota corrispondente e anche di quanto varia la nostra intonazione (sempre tenendo a mente la premessa dei limiti di misurazione, disturbi ambientali e rumori vari).
Quindi è già uno strumento utile per vedere dopo quanto tempo inizia a calare la nostra intonazione, e in relazione a questo dato per la app è indifferente se la facciamo a basso volume o alto, se la facciamo in M1 o M2 (misura sette ottave da C1 a B7), ci misura gli Hz corrispondenti al nostro suono, infatti possiamo vedere sia il nome e posizione della nota, per esempio C3 (possiamo settarla anche con i nomi di nota Do, Re, Mi, etc..) ma anche vedere la sua corrispondenza di Hz e sempre in tempo reale, per farci un’idea di quanti Hz “vibriamo”.

Già così è interessante ma la cosa a mio avviso didatticamente più utile è poter “disegnare con la voce”.

Infatti mentre fa tutto quello che ho descritto poco fa segue, sempre in tempo reale, il nostro andamento in base agli Hz che stiamo emettendo, quindi riusciamo a vedere come si muove la nostra voce (di default con una linea gialla).
Questo ci può aiutare anche a vedere l’oscillazione tonale di un vibrato.

Adesso prendiamo come esempio un glissato con vocale “u”, partiamo da una nota medio bassa per la nostra estensione ed andiamo in alto verso una nota medio alta, il risultato dovrà essere quello di aver disegnato un triangolo senza la base o la forma di un cono stradale.
Sarà capitato sicuramente a tanti insegnanti di avere a che fare con allievi in difficoltà col proprio ascolto, in questo modo possiamo stimolare anche il senso visivo proprio perchè quando salgono vedono salire la linea gialla e via dicendo quando scendono.

Se un allievo sale un pochino e poi rimane fermo su una nota, non rendendosene conto acusticamente, in questo modo può vederlo con gli occhi!

Nella didattica del canto spesso andiamo a cercare immagini, sensazioni, proprio perchè non possiamo direttamente vedere lo strumento, sta all’interno di noi, e senza endoscopie e simili non possiamo vedere i movimenti in tempo reale, ma questa piccola applicazione ci può aiutare a capire come la nostra voce cammina tra le note e può essere un aiuto veramente interessante per molte persone in difficoltà con l’ascolto di se stessi!

Sono riuscito con questa app a far fare glissanti molto grandi ad allievi che non si spostavano di una quarta, proprio perchè non riuscivano a collegare il loro ascolto a quello che stavano emettendo vocalmente, in più tanti trovano divertente fare disegni con la voce quindi alla fine si sono allenati di più, così ho “fregato” anche gli allievi più pigri!!!!!

Vi invito a provarla se non lo avete ancora fatto, è completamente gratis per android, mi dicono a pagamento per apple (io uso android), una delle funzioni che segnalo oltre le varie personalizzazioni che potete chiaramente scoprire usandola visto che è molto semplice, è la possibilità di fermare col tasto HOLD in alto a destra lo scorrimento della linea gialla così per vedere meglio quello che abbiamo appena fatto.

Per commenti e condivisioni vi invito al gruppo Facebook tramite il link sottostante, buona voce a tutti!

You cannot copy content of this page