Menu Chiudi

Lezione 1 Cubase Pro – Da dove posso partire ?

Introduzione

Ciao questo primo articolo (questa sarà la lezione più lunga non ti spaventare) per la sezione Voce Digitale cercherà di introdurti quelle che saranno le video lezioni relative a Cubase Pro 10, un tutorial per chi è alle prime armi, per diventare indipendente nella registrazione e produzione sia dei tuoi demo se sei un cantante, sia per fornire maggiori servizi ai tuoi allievi se sei un insegnatane di canto, vocal coach o comunque una figura professionale che si trovi ad avere a che fare con lo studio e la ricerca vocale.
Questo non vuole essere un corso sull’uso di Cubase a prescindere, ce ne sono già molti validissimi, quindi non spiegherò tutto quello che si può far col programma ma piuttosto quello che sicuramente potrà esserci utile.
Questo vuol essere invece uno strumento mirato per le sopracitate categorie professionali, visto come sempre dal mio punto di vista facendone parte anche io, quindi sono più i miei utilizzi che delle verità assolute.
Nelle sezioni Voce Digitale e Vocal Technology troverai invece molti altri tutorial relativi a tutto quello che riguarda la voce amplificata in genere, ovvero ogni volta che il nostro segnale audio viene convertito da analogico a digitale per essere registrato o processato.
L’articolo sarà di supporto al video che troverete su Youtube, aggiungendovi molte più informazioni anche per non essere costretto a fare video troppo lunghi che potrebbero confonderci soprattutto all’inizio.
Concludo questa introduzione dicendo che sicuramente molti concetti varranno non solo per Cubase ma anche per altre DAW, ed ho voluto creare dei contenuti che ti possano guidare passo passo con strumenti facili, veloci e di ottima qualità.

Gli strumenti del mestiere

Queste sono solo alcune indicazioni, ti invito a scrivermi privatamente per eventuali approfondimenti, soprattutto anche perché il mercato è in continua evoluzione.
Per alcuni di questi articoli ho fatto anche un articolo dedicato con maggiori informazioni.
Iniziamo col dire subito di cosa abbiamo bisogno, ecco la lista della spesa!

Chiaramente per fare musica abbiamo bisogno di un computer, è indifferente che sia Mac o Windows e non cambia assolutamente niente, la cosa positiva è che molti computer di oggi vanno benissimo per iniziare a far audio.
Quello che vedrete nei video è Windows.

Il microfono è l’elemento indispensabile per registrare o amplificare la nostra voce, ce ne sono veramente tanti sul mercato e per cominciare vanno benissimo anche quelli economici, li trovate anche tra gli articoli di vocal technology del blog e se volete anche per cominciare potete usare il vostro microfono da live.
Personalmente non amo troppo i microfoni USB ma ci sono anche quelli, con cui in quel caso non avrai bisogno della scheda audio per registrare la voce, potrebbe essere un’idea interessante nel momento in cui volessi star giù col budget.

La scheda audio è un elemento molto importante.
Anche qua la scelta è ampia vi consiglio quella della Steinberg Ur22 poiché vi regalano una versione limitata di Cubase, non ci guadagno niente, parlo di quello che ho provato e che conosco bene.
Comunque ormai qualsiasi scheda audio sia, Focusrite, Presonus, Behringer etc.. non dovresti avere problemi.
Un’alternativa interessante potrebbe essere quella di acquistare un mixer usb, in quel caso lo potrai usare anche live.

Proprio perchè siamo all’ inizio ed anche il budget da spendere ancora non è tanto, meglio iniziare con un buon paio di cuffie piuttosto che delle brutte cassettine audio!
Anche i modelli più economici della AKG possono già far al caso nostro.

Ad alcuni potrà sembrare assurdo ma la qualità dei cavi fa veramente la differenza, quindi un buon cavo microfonico XLR (il classico cannon) ci mette al sicuro anche da eventuali interferenze elettriche, consiglio di non prendere proprio quelli di primo prezzo.
Un’asta a giraffa ti consente di posizionare il microfono all’altezza e con l’inclinazione migliore rispetto a quella dritta che magari usi in live.
Il filtro antipop ti aiuterà a filtrare consonanti fastidiose come le “p” ed aiuta moltissimo nella registrazione.

Quando poi vorrai registrare musica composta da noi suonando le relative parti avrai bisogno di una tastiera midi, consiglio almeno quattro ottave.
Puoi usare sia una tastiera usb sia una vecchia tastiera con porta midi, in quel caso devi avere anche la porta midi sulla scheda audio.

Cubase Pro è il software che uso e cercherò di usare sempre e solo quello per quanto riguarda effetti, strumenti virtuali e quant’altro.
La cosa che non tutti sanno è che per noi insegnanti di canto, oppure anche per gli studenti, è possibile acquistare la versione Educational che è la stessa ma alla metà del prezzo.
In alternativa per cominciare si può prendere una diversa versione con funzioni limitate, chiaramente il prezzo si abbassa, mentre se comprate la scheda audio trovate inclusa la versione Al.
Sul sito trovate anche una tabella comparativa.

Installazione Driver Scheda Audio e connessioni

La prima cosa da fare è quella di installare i driver della scheda audio usb.
Troverai sicuramente le istruzioni per installare i driver ASIO, e sarà un’operazione molto semplice, per alcune schede ti basterà anche solo connetterle, comunque lo troverai segnalato nel manuale di istruzioni.
All’ interno di cubase dovrai seguire il percorso tra i menù:
“studio” (menù molto importante per tutte le connessioni, mixer e altro)
e poi cercare la voce (in cubase 10 è l’ultima) “configurazione dello studio”.

Alla voce VST Audio System troviamo il nostro driver Asio, quindi ognuno avrà il suo nome.

Lascia pure le impostazioni di default, l’unica cosa che ti consiglio di cambiare è la voce Processing Precision da 32bit a 64bit, dovrai riavviare cubase ma sfrutterai maggiormente il tuo sistema.
Se le altre impostazioni dovessero essere diverse settale in questo modo.

Nel caso in cui tu ancora non avessi una scheda esterna puoi comunque utilizzare quella integrata al computer, se hai mac potrai usare i core audio, invece se usi windows potrai far molto di più poichè puoi installare i driver ASIO4ALL (clicca per scaricarli) grazie ai quali potrai decidere la latenza e le connessioni dal pannellino asio4all, una volta installato, aperto cubase e selezionato nelle periferiche troverete qualcosa di questo genere.

Se usi un mixer usb sprovvisto di driver potrai sempre usarlo tramite questi.
Concludo questa prima puntata con la parte relativa alle connessioni di Cubase.
Sempre sotto il menù “studio” troviamo questa volta “connessioni audio” (richiamabile col tasto funzione F4) qua inizialmente ci interessano le pagine ingressi ed uscite che connettono le entrate ed uscite fisiche o virtuali della nostra scheda audio a Cubase.
Durante il primo tutorial vedrete questa parte in azione, anche perché video ed articolo vogliono cercare di essere complementari.
Per questa prima puntata è tutto adesso abbiamo Cubase installato e configurato per iniziare ad usarlo!

Trick: Se già hai un mixer analogico ed un microfono puoi intanto collegare quello alla scheda audio integrata tramite il line in (di solito il minijack di colore azzurro su pc) usando gli asio4all per gestire una bassa latenza.

Per una consulenza contattami.

Come avrai capito se sei arrivato fino a qui questo argomento non è semplice e non si sistema tutto velocemente con un click, ma inizieremo un passo alla volta insieme e vedrai che piano piano, lezione dopo lezione inizierai a diventar sempre più padrone per creare la tua musica o per gestire quella dei tuoi allievi.

Alla prossima lezione di Voce Digitale,
Luca.