About

Qualcosa sulla mia storia...

pexels-vova-krasilnikov-2796145
Avatar Luca Facebook
Cuffie e microfono

A 5 anni stavo per morire per un incidente stradale, fortunatamente non è successo ma dal quel momento in poi la mia vita è cambiata per sempre.
Il trauma mi ha fatto crescere in modo diverso da come fossi prima, ho iniziato a sentire le cose in modo diverso, è cresciuta la mia sensibilità, sono diventato introverso e mi sono chiuso verso il mondo esterno, solo all’interno del mio mi sentito protetto.
Un giorno, non so bene quando, si accese una lampadina osservando i cantanti, ero già adolescente e pensai di volerlo diventare anche io, ma a differenza di chi ha un talento innato io non sapevo fare un bel niente
HO DOVUTO IMPARARE TUTTO.
Sentivo dentro qualcosa che mi spingeva a volerlo fare nonostante i pessimi risultati, sentivo la voce nel cuore.
Mi sono poi accorto di avere avuto anche l’insegnante sbagliato e se la persona che ti segue non conosce la voce che ha davanti, soprattutto se non capisce che non tutte le voci sono adatte a fare le stesse cose si possono creare grandi problemi, così come capitò a me in passato, la comparsa di un nodulo su una corda vocale.
Fu molto frustrante sentirsi inadatto e incapace, fu così per diverso tempo.
Non mollai e iniziai a studiare cercando libri sul canto per conto mio, scoprendo tutto un mondo di cui nessuno mi aveva mai parlato, erano anche anni in cui c’era molta meno informazione di oggi, non c’era internet così come lo abbiamo oggi, erano gli anni 90 e scoprii che non ero un tenore che non riusciva a cantare ma che cantavo quasi sempre cose sbagliate perché sono un baritono.
Purtroppo l’insegnante che mi seguiva in quel tempo insegnava per imitazione, lui era un tenore, quindi io ero incapace a non saper prendere le note come lui.
Cercai tanti altri corsi, mi misi a studiare sempre di più trovando le persone giuste, seguendo anche la parte sanitaria, confrontandomi e imparando da logopedisti e foniatri. Iniziai a capire che avevo una voce diversa dalla maggior parte delle voci che stavano vicino a me quindi dovevo lavorare diversamente da loro… la storia poi continua, non voglio annoiarti troppo se sei arrivato o arrivata a leggere fino a qua, ma è soprattutto per tutte le brutte esperienze che ho vissuto sul mio cammino che capisco chi non riesce a cantare facilmente, chi vorrebbe fare di più e non ci riesce, chi non si riconosce nella voce che sente, chi non riesce a trovare la propria identità vocale, chi sta litigando con se stesso e con la propria voce.
Io mi sono ripromesso di essere l’insegnante che non ho mai avuto, voglio cercare di capire tutte quelle voci incomprese ma che hanno l’arte vocale dentro, magari ancora inespressa.
Se è dentro di te lo senti, è quella fame che ti spinge a volerlo fare nonostante tutto, è quella fame che sicuramente ti porterà lontano, bisogna solo trovare le persone giuste nel posto giusto al momento giusto.
Se vuoi scoprire se ti trovi nel posto giusto prenota un colloquio senza impegno per capirlo e se così non fosse ti indicherò io la persona più adatta a te, sono qua per aiutarti, sono qua per te.
Voglio cercare di dar il mio contributo al canto e alla musica perché il canto è stato la mia salvezza, ha riportato fuori il Luca “pre incidente” ed ho potuto sfruttare il mio trauma come un dono, come un vantaggio e tutto questo grazie al canto, senza di lui la mia vita oggi sarebbe sicuramente diversa.
C’è sempre un motivo per quello che ci succede, io ho imparato questo fino ad oggi, niente succede per caso, così come non è un caso il fatto che tu mi stia leggendo.

Curriculum Luca Del Sarto

Di seguito potete leggere la mia biografia:

Cantante, vocal coach e vocal trainer, sperimentatore vocale, producer.

Dopo diverse esperienze tra cui anche il Cpm di Milano ha avuto l’opportunità di studiare metodi e seguire lezioni con diversi insegnanti nazionali ed internazionali esponenti anche delle maggiori tecniche di canto moderne e non tra cui Antonio Juvarra, Tran Quang Hai, Seth Riggs, Alejandro Saorin Martinez, Elisabeth Haward, Roger Treece per citare alcuni di quelli che maggiormente lo hanno ispirato nel suo percorso vocale.
Grazie a tutte queste esperienze e alla propria ricerca personale ha creato il training di studio per artisti vocali Be Your Voice ottenendo un suono naturale,  imparando a conoscere dove la natura ci guida per trovare la propria identità vocale, utilizzando la tecnica vocale come strumento della comunicazione artistica.

Le sue esperienze di ricerca vanno dalle tecniche di bel canto italiano fino agli studi vocali di Demetrio Stratos o lo stile di Bobby McFerrin, per arrivare alle più moderne sonorità di beatbox e imitazione di strumenti come il basso, l’armonica o la tromba per poi addentrarsi nella tecnologia e nell’effettistica applicata alla voce, cercando di tirare fuori la radice stessa della voce al servizio della comunicazione artistica.

Attraverso questo percorso è cresciuta la consapevolezza e l’utilizzo di strumenti come microfoni, compressori, delay, loop station, auto-tune, vocoder e tanto altro che hanno permesso un uso anche non convenzionale della voce unito alla costruzione del proprio setup con macchine dedicate alla voce ed altre riadattate ad essa sperimentando sonorità ex novo.

Grazie soprattutto a queste ultime ricerche artistiche è nato il seminario “Vocal Technology” rivolto principalmente a cantati ed insegnanti di canto (invitato anche ad eventi nazionali come “La Voce Artistica” – Ravenna, “Lucca & Voce” – Lucca, “Tour Music Fest – al Cet di Mogol o tra i docenti del corso universitario di “Alta Formazione in Vocologia Artistica” – Ravenna), la masterclass “Fare Effetto” per l’approfondimento degli effetti usati durante le performance live e la relazione tecnica vocale – tecnologia (microfoni, il proprio setup, effettistica per il live), la clinic su loop station ed effettistica per usi vocali estesi (arrangiamenti in solo voce) ed il workshop “Effetto Circlesong” per coro (un workshop corale di circlesong per cantare in questa modalità artistica e per imparare come poterle creare anche da soli grazie a loop station ed effetti dedicati).

Continuando sempre la ricerca vocale ha creato il concerto per solo voce “Vocalmente Parlando – Diversamente Cantando” in cui racconta il suo percorso musicale soltanto con la propria voce concepita come uno strumento vero e proprio allargando i comuni orizzonti a cui siamo legati quando pensiamo ad un cantante. Un viaggio sonoro che stimola la parte più profonda dell’animo umano con l’ausilio di loopstation e tanti altri strumenti tecnologici adattati al canto usati artisticamente per comunicare anche al di là delle parole.

In questi ultimi anni è diventato arrangiatore digitale per alcuni suoi allievi diventando operatore di Cubase Pro e imparando a fare, oltre la creazione delle parti musicali con strumenti virtuali, il mixaggio dei relativi progetti fino alla fase di pre mastering.

Ha creato nel 2013 lo spettacolo musicale “Le Diverse Direzioni – Che Spettacolo” che parla di diversità sotto più punti di vista e da quello sono nati anche i laboratori vocali “Le Diverse Direzioni – Glee Club –” un percorso vocale di crescita personale per dar spazio a quello che può far il canto nella vita delle persone quando si ha la voglia di superare i propri blocchi emotivi.

                          “La musica è intorno a noi, non bisogna far altro che ascoltarla”.

 

Chiedi informazioni